4-Xtremes – Parte 60: A due passi dal Polo Nord con l'Axor

Serie: 4-Xtremes – The World Tour

«Fermatevi se stride!»

Dalle Orcadi Andrea, Mike e l'Axor si spostano ancora più a nord. In direzione dei fiordi e di insediamenti remoti, con traghetti minuscoli - e fino a una stazione spaziale in fase di realizzazione. Ma leggete voi stessi!

Ci entrerà? Sì, l'Axor sale senza «danni al tetto» sul mini-traghetto che ci conduce all'isola di Unst.


Ben sette ore è durato il viaggio sul traghetto con cui abbiamo lasciato Kirkwall, nelle Orcadi, all'ora dei fantasmi alla volta del grande nord. La nostra meta dopo un viaggio tranquillo e l'alba sul ponte? Il porto di Lerwick sull'isola principale delle Shetland che, come le Orcadi, fanno parte della Scozia e sono al contempo la regione più settentrionale del Regno Unito.

Dato che siamo già svegli decidiamo di fare una passeggiata per Lerwick, il capoluogo delle Shetland, che conta circa 7.500 abitanti. Il lungomare è fiancheggiato da edifici in pietra arenaria, la maggior parte dei quali risale al XVIII secolo. Percorriamo lentamente la piccola strada principale praticamente deserta che segue la linea costiera. Il porto è moderno e pieno di pescherecci, barche a vela private oltre che di grandi imbarcazioni, come il traghetto con cui siamo arrivati.


Ancora più remote delle Orcadi.

Le isole Shetland si estendono su un'area di circa 80 x 120 chilometri a una latitudine compresa tra 59 e 61 gradi. Le isole sono tagliate da innumerevoli «voes»: fiordi createsi circa 12.000 anni fa nel corso dell'ultimo disgelo. Nel nostro caso questo comporta enormi difficoltà nella pianificazione di un percorso che eviti di percorrere continuamente avanti e indietro le stesse tratte.

Le Shetland sembrano ancora più remote delle Orcadi rispetto al resto del mondo. Forse dipende dai fiordi, ma sicuramente anche dal fatto che queste isole sono ancora meno abitate. L'infrastruttura stradale è davvero impeccabile, e dunque con l'Axor possiamo sempre viaggiare senza impedimenti. Ma «viaggiare senza impedimenti» significa anche che spesso si percorrono le strade in assoluta solitudine.


Edifici in mattoni a Lerwick, street art multicolore e remoti insediamenti in molte località.
Edifici in mattoni a Lerwick, street art multicolore e remoti insediamenti in molte località.
Edifici in mattoni a Lerwick, street art multicolore e remoti insediamenti in molte località.
Edifici in mattoni a Lerwick, street art multicolore e remoti insediamenti in molte località.
Edifici in mattoni a Lerwick, street art multicolore e remoti insediamenti in molte località.
Edifici in mattoni a Lerwick, street art multicolore e remoti insediamenti in molte località.
Edifici in mattoni a Lerwick, street art multicolore e remoti insediamenti in molte località.
Edifici in mattoni a Lerwick, street art multicolore e remoti insediamenti in molte località.

Fari sparsi in ogni angolo.

I fari, che troneggiano sulle scogliere catturando lo sguardo, si trovano sparsi letteralmente in ogni angolo. Esploriamo a piedi molte di queste scogliere, su cui dobbiamo fare particolare attenzione a non essere spinti giù dal vento. Durante un'escursione una raffica mi strappa dalle mani, sono Andrea, il paraluce della telecamera. Alcuni giorni il vento raggiunge persino i 100 chilometri orari. In questo caso l'Axor va posteggiato il più possibile con la coda orientata verso il vento per riuscire a dormire sonni abbastanza tranquilli senza dondolare.

Esplorando la costa ci si imbatte in innumerevoli baie con rovine di insediamenti di pescatori, alcuni dei quali furono utilizzati già in tempi remoti e fino al XX secolo. Fethaland è uno di questi insediamenti remoti, nell'estremità più settentrionale dell'isola principale. Da qui si prosegue ulteriormente verso nord: con due piccoli traghetti che prevedono in realtà tragitti di soli quindici e sette minuti.



Il traghetto più piccolo - e «più a nord» non si può.

Sul primo traghetto, che conduce all'isola di Yell, veniamo invitati dall'equipaggio sul ponte di comando, dove Mike può persino provare la sedia del capitano. In 20 minuti attraversiamo Yell e ci troviamo di fronte al secondo traghetto. Questo è senz'altro il più piccolo su cui siamo mai saliti con l'Axor. L'altezza massima nominale del veicolo è di 4,20 metri e l'equipaggio non crede che il nostro autocarro possa riuscire a entrare. Ma i ragazzi hanno un approccio pratico e dichiarano semplicemente: «Give it a try, and if you hear it scratching, just stop». Provateci: se stride, fermatevi! Ma naturalmente con i nostri 3,70 metri di altezza saliamo sul traghetto senza «scratching» - e con esso raggiungiamo l'isola di Unst.

Unst è l'isola abitata più a nord del Regno Unito. E dato che siamo sempre a caccia di «Xtremes», eccone altri: la casa più settentrionale, la chiesa più settentrionale e il faro più settentrionale sulla remota isoletta che porta il bel nome di Muckle Flugga, il tutto contrassegnato chiaramente sulla cartina. Il faro naturalmente ha un funzionamento automatizzato, ma per caso incontriamo uno dei suoi ex guardiani: un vero e proprio lupo di mare che ha in serbo storie selvagge del mare in tempesta.


Arrampicarsi come sulle Alpi, nella solitudine più assoluta on the road - e pecore a perdita d'occhio.
Arrampicarsi come sulle Alpi, nella solitudine più assoluta on the road - e pecore a perdita d'occhio.
Arrampicarsi come sulle Alpi, nella solitudine più assoluta on the road - e pecore a perdita d'occhio.
Arrampicarsi come sulle Alpi, nella solitudine più assoluta on the road - e pecore a perdita d'occhio.
Arrampicarsi come sulle Alpi, nella solitudine più assoluta on the road - e pecore a perdita d'occhio.
Arrampicarsi come sulle Alpi, nella solitudine più assoluta on the road - e pecore a perdita d'occhio.
Arrampicarsi come sulle Alpi, nella solitudine più assoluta on the road - e pecore a perdita d'occhio.
Arrampicarsi come sulle Alpi, nella solitudine più assoluta on the road - e pecore a perdita d'occhio.
Arrampicarsi come sulle Alpi, nella solitudine più assoluta on the road - e pecore a perdita d'occhio.
Arrampicarsi come sulle Alpi, nella solitudine più assoluta on the road - e pecore a perdita d'occhio.
Arrampicarsi come sulle Alpi, nella solitudine più assoluta on the road - e pecore a perdita d'occhio.
Arrampicarsi come sulle Alpi, nella solitudine più assoluta on the road - e pecore a perdita d'occhio.
Arrampicarsi come sulle Alpi, nella solitudine più assoluta on the road - e pecore a perdita d'occhio.
Arrampicarsi come sulle Alpi, nella solitudine più assoluta on the road - e pecore a perdita d'occhio.

Un viaggio nello spazio? Da Unst sarà presto possibile.

Inoltre, a Unst si trova un luogo assolutamente fuori dall'ordinario: il «SaxaVord UK Space Port», una stazione spaziale in fase di realizzazione. Da qui, in futuro, piccoli shuttle dovrebbero essere catapultati su un'orbita terrestre vicina. Purtroppo qui non c'è gran che da vedere. Ad ogni modo, il cartello «dissuasivo» che avvisa di non entrare nel cantiere è estremamente divertente: Tutti gli alieni che vi vengono arrestati sono passibili di segnalazione presso la Space Police e di trasferimento su Marte.  

In contrapposizione con questo luogo futuristico, nei pressi si possono visitare la riproduzione di una longhouse e una nave vichinga. I vichinghi hanno infatti dominato le Shetland per quasi 700 anni, e se ne può trovare traccia fino a oggi.

Guardando verso nord dal faro di Muckle Flugga, la destinazione successiva sarebbe il Polo Nord. Dato che il nostro Axor notoriamente non sa nuotare, non ci resta che fare marcia indietro! Saliamo di nuovo a bordo dei due piccoli traghetti per tornare all'isola principale delle Shetland. Poiché nelle ultime settimane abbiamo visto più pecore che esseri umani, è arrivato il momento di fare un po' di vita sociale.


Persino dopo 700 anni a Unst sono presenti ovunque tracce dei vichinghi.
Persino dopo 700 anni a Unst sono presenti ovunque tracce dei vichinghi.
Persino dopo 700 anni a Unst sono presenti ovunque tracce dei vichinghi.
Persino dopo 700 anni a Unst sono presenti ovunque tracce dei vichinghi.
Persino dopo 700 anni a Unst sono presenti ovunque tracce dei vichinghi.
Persino dopo 700 anni a Unst sono presenti ovunque tracce dei vichinghi.

Nel prossimo episodio racconteremo di più in merito.


4-Xtremes – The World Tour.

Un viaggio senza precedenti.

Andrea e Mike sono in giro con il loro Axor da tre anni. "4-Xtremes - The World Tour": così i due ragazzi svizzeri hanno ribattezzato la loro avventura, iniziata a metà 2020, in cui hanno coinvolto anche la community di RoadStars! Resta aggiornato per non perdere nessuna delle mete mozzafiato raggiunte dai due avventurieri.

Tutte le puntate della serie «4-Xtremes – The World Tour» le trovi qui.


Foto: 4-Xtremes

12 commenti