Holger Hahn ha restaurato il suo 1633 S con grande passione

Veicoli d'epoca

Un lungo viaggio per il veterano del trasporto a lungo raggio.

Quando Holger Hahn ha acquistato il suo 1633 di seconda mano, era abbastanza consapevole del fatto che avrebbe dovuto lavorarci molto. Ma c'erano due cose che non poteva immaginare: che avrebbe incontrato il primo conducente del veicolo e che alla fine il suo autocarro avrebbe avuto un motore del tutto nuovo.


La serie.

Alla fine degli anni '70 la serie NG è stata rinnovata. Tra le altre cose, sono stati introdotti i motori turbo che poteva essere combinati o meno con il sistema di raffreddamento dell'aria di sovralimentazione (OM 422 LA e OM 422 A). La serie è stata ribattezzata con il nome NG 80. Tra le cabine di guida veniva introdotta una nuova versione ampliata, che grazie al tetto rialzato e al guardaroba garantiva un comfort elevato nel trasporto a lungo raggio. Questa tipologia di cabina era più larga delle altre e non prevedeva finestrini né nel vano posteriore a sinistra, sul lato passeggero, né nella parte posteriore della cabina.

Il veicolo.

Finalmente Holger Hahn aveva scoperto il sogno di ogni fan dell'NG 80: possedere un 1633 con cabina di guida ampliata. «Ho visto solo altri tre NG 80 equipaggiati con questa versione di cabina di guida», racconta Hahn, sottolineando l'unicità della sua motrice. Dopo averlo ritirato, il conducente ha dedicato anima e corpo al restauro del suo autocarro conducendo al contempo delle meticolose ricerche sulla storia del 1633. «Grazie a una fortunata coincidenza sono riuscito a mettermi in contatto con il primo conducente e ho scoperto tantissime cose sull'autocarro».



Foto: Jan Potente/privati
Video: Jan Potente

24 commenti